Umorismo e psicoterapia

In anni recenti l’umorismo è diventato oggetto di un forte interesse da parte della psicologia e della psicoterapia.

Diversi studi ne sottolineano le funzioni positive per il benessere psicologico.

D’altra parte, Albert Ellis, uno dei fondatori del cognitivismo clinico, ne aveva notato e sottolineato le enormi potenzialità, in ambito clinico e psicoterapeutico. Nelle sue psicoterapie e nel lavoro con i suoi pazienti, Ellis utilizzava l’umorismo e il paradosso come strumento pensiero critico per il dialogo con il paziente sulle idee irrazionali al fine di vedere sotto un’altra luce e, quindi, di trasformare emozioni e sentimenti negativi. Nel lavoro cooperativo e collaborativo della psicoterapia cognitiva, l’umorismo può diventare un potente strumento, sia per cambiare prospettiva e favorire il distanziamento e la visione critica dei propri degli schemi disfunzionali soggettivi, che per alimentare un clima collaborativo, rinforzando la stessa alleanza terapeutica.

Non a caso, la cosiddetta terza onda, uno degli ultimi sviluppi nell’ambito del cognitivismo, ha sottolineato il rilievo che il lavoro terapeutico e la relazione terapeutica hanno sulla regolazione dei processi cognitivi ed emotivi, allo scopo di distanziare e relativizzare i contenuti problematici del paziente; da questo punto di vista, e all’interno dei un lavoro cooperativo monitorato costantemente dal terapeuta, il ruolo specifico che può svolgere l’umorismo risulta importante e prezioso.

Diverse ricerche scientifiche, infatti, dimostrano l'efficacia dell'utilizzo dell'umorismo in psicoterapia per la regolazione delle emozioni e per il miglioramento delle funzioni metacognitive (capacità di riflettere e regolare stati mentali, riconoscendoli in sé e nell'altro).

Un utilizzo sapiente e condiviso del senso dell’umorismo sembra quindi poter aiutare, anche in psicoterapia, a portare il paziente a un nuovo modo di rappresentarsi e viversi la realtà. L'ambito degli studi in questo campo è completamente aperto e molti saranno i dati disponibili per aumentare riflessioni e conoscenze sul tema nel prossimo futuro.